Rinascere dal panico

Cara dott. Laura Bolzoni,

Le spiego:

da quando sono approdata sul suo sito e le ho scritto quella lunga lettera, ho avuto la bellissima sensazione di “rinascere”.

In realtà, nel concreto, non ho ancora fatto nulla, non ho ancora iniziato a chiudere nessuna di quelle “porte”, dal momento che attendo sue indicazioni pratiche nella seconda parte della sua risposta alla mia lettera, eppure, il sapere di avere “incontrato” qualcuno che mi potesse capire e aiutare veramente, mi aveva messo dentro un coraggio e una grinta che non avevo mai provato.
Ma, soprattutto, per la prima volta nella mia vita credo, ho sperimentato la piena consapevolezza di esistere, di esserci…

Ed è stato bellissimo!!!

Ho vissuto la meravigliosa sensazione del “so perfettamente di essere qui ed ora”, quella sensazione di essere saldamente ancorata alla realtà, istante per istante, e la grande concentrazione sui fatti quotidiani che inevitabilmente ne deriva e, cosa fondamentale, per la prima volta in assoluto, ho sentito veramente mio il problema, mi sono sentita fusa con esso, coinvolta ma non travolta.
da quello che è successo.

Grazie ancora per avermi ascoltata

Antonella dalla Sicilia

Altri articoli interessanti:

  1. Chi soffre di attacchi di panico è sensibile, intelligente, vulnerabile, aperto
  2. Panico e respiro: la condivisione di Antonella
  3. Confusione tra mondo reale e mondo mentale: una storia di successo sugli attacchi di panico
  4. Quando ritorna l’attacco di panico: la spada nella roccia
Questa voce è stata pubblicata in Attacchi di panico e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Rinascere dal panico

  1. Francesco scrive:

    Salve dottoressa…sn Francesco un ragazzo di 29anni..le scrivo perché è da un mese che ho visto il suo blog..bellissimo direi..e motivo x cui sn qui a scriverle ora sperando in una sua risposta…la mia storia con ques incubo e cominciata a maggio di quest anno..mi scusi ma ho le lacrime agli okki…cmq continuo…ho avuto il mio primo attacco in palestra a maggio luogo in cui x me è tutto la mia passione la mia forza e il luogo dove schiacciare lo stress …ma è da allora che nn ci vado più x paura che mi capiti di nuovo…e questo mi crea molta rabbia perché è il mio hobby e doverci rinunciare e davvero frustrante…il tutto è stato associato una volta ad un abbassamento di pressione e quindi ora ho paura che mi ricapiti in ogni situazione…cmq sia mi sn rivolto ad una psicoterapeuta che mi ha fatto capire realmente. Il problema che avevo e come cercare di risolverlo, perché io nn lo capivo proprio, ero un ragazzo senza timori con un forza e un’ energia vitale incredibile..e ora…guardando quello che ero e quello che sn oggi scoppio in dei pianti irrefrenabili xke nn mi riconosco più…mi sento spento e al buio…in compenso da allora gli attacchi sono diminuiti parecchio grazie alla mia volontà di volerne uscire a tutti i costi e ritornare quello di un tempo…leggendo i blog capisco che ci vuole tempo…ma vorrei svegliarmi un mattino e vedere tutto qst dietro le mie spalle proprio cm è apparso…spero in una sua risposta..Francesco!!

  2. Francesca scrive:

    Carissima dott.ssa,
    è da un pò che navigo nel Suo blog e devo dirle che mi è stato molto utile.
    da tre mesi circa soffro di ansia generalizzata e fortissima, che mi impedisce di dormire, anche se da un qualche settimana i sintomi fisici sono nettamente migliorati, visto che non ho più la tachicardia.
    Tutto è iniziato il 25 marzo: un attacco di panico dopo un pò che mi ero coricata ma che aveva lanciato i suoi segnali premonitori già nel pomeriggio e qualche giorno prima. Le premetto che ho 37 anni, vivo da sola aRoma, la mia famiglia è lontana, in Calabria, sono fondamentalmente sola. Però ho un ottimo lavoro e, soprattutto, ho vinto il concorso della mia vita che mi porterà a fare quello che ho sempre sognato: il magistrato!! Non riesco a credere come sia potuta cadere in questo limbo, io così equilibrata e razionale; felice, in questo momento, per il grande successo lavorativo. Sono anche una sportiva, corro, partecipo a competizioni di corsa e pratico ballo (anche se Roma ho poche amicizie). Mi aiuti, mi dica che ce la posso fare, perchè ora la mia paura è di perdere il senso della vita!! Non so perchè, ma mi vengono bruttissimi pensieri in testa che mi scatenano l’ansia. Io sono cattolica e ho ben chiara la mia missione, ma ho paura di perderla!! Le dico anche che in passato (8 anni fa) ho perso un fratello giovanissimo in circostanze mai chiarite e che ho sofferto di attacchi di panico da bambina, alle scuole elementari. Questo l’ho capito da poco, perchè all’epoca nessun medico fu in grado di diagnosticare i miei disturbi.
    Ho anche ricordato, leggendo i Suoi consigli, il mio primo giorno di scuola e ricordo perfettamente di essermi sentita letteralmente PERDUTA!! Il mio problema ora è la continua sensazione di derealizzazione (la depersonalizzazione sono riuscita a vicerla non facendoci più caso) in cui cado appena ripenso alle mie paure sul senso della vita, che a volte mi sembra assurda, alla stregua della Nausea di Sartre!! Secondo Lei posso tornare a guardare il mondo con gli occhi di una volta? E ad affrontare un lavoro come quello cui sarò chiamata a breve con equilibrio e sapienza? Grazie, La ammiro molto per il profondo Amore che porta dentro di sè.
    Gradirei mi rispondesse sulla mia mail prvata, se possibile.
    La abbraccio.
    Francesca

  3. erika scrive:

    buongiorno carissima dottoressa mi chiamo erika e ho 35 anni, soffro di dap da parecchi anni, all’ inizio correvo al pronto soccorso, ma poi riconoscendo a poco a poco che l’ eartefice di questi sintomi ero io ,ho cominciato a farmene una ragione… ho letto tutti i libri di raffaele morelli,x me lui e’ stato di grande aiuto! leggendo i suoi libri sono riuscita a capire cosa accadeva dentro di me e da quel giorno sono la psicologa dei miei malesseri, con questo nn ho mai preso farmaci x un certo periodo ho provato i fiori di bach, ma con scarsorisultato sono riuscita a capire che alla fine era psicologica perche’ appena assunti stavo pochino meglio! leggendo i l blog mi sono accorta di quante persono come me, conoscano il panico….vorrei scriverle una lettera x dirle o meglio raccontarle di me, e di che vita ho vissuto fino ad oggi, con questo mi chiedevo se poteva scrivermi il suo indirizzo,cap e’ citta’…. lei e’ favolosa!! ascoltando la sua voce nell’ mp3 ho percepito grande positivita’…. colgo l’ occasione x porgerle i miei cordiali saluti…nell’attesa di una sua risposta le auguro una buona giornata!! erika….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *